I Volontari

I Volontari

mercoledì 2 marzo 2016

Ultima relazione di Vittore Saladino a conclusione del suo triennio di presidenza

Non è possibile vivere come se Dio non esistesse; non è possibile vivere come se i poveri non esistessero; non è possibile vivere come se gli altri non esistessero”.
Consentitemi, in apertura di questa mia relazione annuale - e in chiusura della mia esperienza da Presidente di questa meravigliosa Associazione -, di utilizzare queste preziose parole del nostro Papa Francesco (EG 80) perché credo sempre più profondamente che devono essere il timone della nostra vita, delle nostre famiglie e della nostra Associazione.
È stato sicuramente un anno strano, diverso. Un anno di cambiamenti. A partire dal mio lavoro che non mi consente più di essere presente come prima e come io vorrei. E sa solo Dio quanto mi manca l’Associazione, i bambini, le mamme, i volontari…
C’è stata anche la morte di una nostra mamma, Rosy Mandalà, che voglio ricordare oggi per il suo costante sorriso nonostante le tante difficoltà che incontrava ogni giorno. Probabilmente avremmo potuto aiutarla di più e meglio…
Un anno difficile soprattutto per le numerose malattie di alcuni nostri volontari. Penso soprattutto a Giuseppina e Giuliana ma anche a tutti gli altri che durante questo anno sono state limitate nel servizio da gravi problemi di salute.

ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE E IL NUOVO DIRETTIVO DEL MOVIMENTO PER LA VITA ONLUS MARSALA

Vittore Saladino insieme al neo presidente Antonella Messina

Dopo 6 anni, due mandati presidenziali, decine di persone coinvolte nel servizio ai più bisognosi, centinaia di mamme e bambini incontrati/sostenuti/amati, migliaia di pannolini, omogeneizzati e corredini distribuiti, il Movimento per la vita ONLUS Marsala ha nominato ieri il suo nuovo presidente e il direttivo che lo affiancherà per i prossimi tre anni.
Antonella Messina prende il posto di Vittore Saladino come presidente dell’Associazione pro-life lilibetana, mentre il direttivo sarà composto da Francesco Polettino, Erina Salerno, Antonella Lombardo, Vittore Saladino, Antonella Gambino, Giuseppe Gandolfo, Rosario Grammatico e Rosanna Bonomo.
Saranno loro che con molto coraggio hanno deciso di assumersi, con molta umiltà, ma con decisione, l’enorme responsabilità nei confronti di tanti bambini che rischiano di non nascere, dei poveri, delle famiglie bisognose, delle donne in difficoltà della nostra città.
Saranno enormi le problematicità che incontreranno a causa dei sempre più decisi attacchi alla famiglia nel contesto sociale e culturale in cui viviamo (aborto, eutanasia, fecondazione in vitro, utero in affitto, teoria del gender, etc, etc…) e dello stato generale di indifferenza e di mancato impegno nei confronti dei più bisognosi, che sembra sempre più contraddistinguere la nostra città e la nostra società.

Consapevoli di tutto ciò il neo presidente Antonella Messina, il nuovo direttivo e tutta l’Associazione desiderano ardentemente raccogliere questa enorme sfida, forti dei loro principi ed incoraggiati dalla generosità di tanti amici e benefattori che li sostengono con il calore, l’affetto e l’aiuto concreto e dalla vicinanza e dal coinvolgimento di altri movimenti, associazioni e parrocchie.

Il nuovo direttivo

BILANCIO ECONOMICO E SOCIALE DEL 2015



martedì 3 febbraio 2015

COLTIVIAMO LA SOLIDARIETA'

37 Giornata per la vita a Marsala



Da ormai 37 anni, la prima domenica di febbraio, si celebra la “Giornata per la Vita”. Voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana è un'occasione per affermare e diffondere il messaggio e la cultura della vita come il valore più prezioso di cui ognuno è custode in prima persona.

Ogni anno, in questa occasione, il Movimento per la Vita di Marsala organizza varie iniziative per richiamare l’attenzione dei cittadini marsalesi sulla necessità che ad ogni essere umano, dal concepimento alla morte naturale, va riconosciuta la dignità di persona e quindi, ad ogni costo, ne va preservata la sua integrità. Nel contempo le varie iniziative servono per raccogliere offerte per i numerose progetti dell’associazione lilibetana.

Anche quest’anno, per esempio, come simbolo di gioia, energia e speranza nel futuro sono state distribuire in tutte le parrocchie numerose primule, il cui ricavato è stato distribuito al Movimento per la vita.

Diverse scuole, inoltre, sono state coinvolte nella raccolta di omogeneizzati per potenziare l’attività dell’associazione che si adopera a favore della maternità e della vita nascente.

Semplici gesti ma che portano il significato importante della solidarietà verso chi è più solo, povero e indifeso.

Sempre domenica1 febbraio, presso il Salone della Parrocchia Maria SS. Ausiliatrice (Salesiani) a Marsala, si è tenuto un interessante incontro per riflettere sull'importanza della famiglia, il valore dell'accoglienza e della vita e condividere, promuovere e sostenere le diverse iniziative dal Movimento per la vita.

All’incontro, organizzato in collaborazione con l’Ufficio diocesano per la Pastorale Familiare, hanno partecipato numerosi amici e simpatizzanti dell’associazione pro-live marsalese.

Oltre ai coniugi Giuseppe e Giusanna Lo Grasso, e Rosanna e Vittore Saladino, hanno contribuito al buon esito dell’incontro anche Andreana e Marco Quattrociocchi e il Preside Gioacchino Aldo Ruggeri.

Al termine della lettura e del commento del messaggio dei Vescovi scritto in occasione della 37 giornata nazionale per la vita, il Preside Ruggeri ha appassionato come sempre il pubblico presente con alcune pillole di saggezza.

Prendendo spunto dalla sua esperienza personale di padre, nonno, insegnante e uomo di cultura, l'analisi del preside, partendo da alcune considerazioni personali sulla solidarietà, si è estesa attraverso alcuni riferimenti storici sino all’attuale crisi dei valori prima ancora che di quella economica.

L’invito all’accoglienza, piuttosto che al semplice assistenzialismo, ribadito più volte dal preside Ruggeri è stato quindi raccontato, testimoniato, concretizzato - partendo dalla propria esperienza familiare - dai coniugi Quattrociocchi, rappresentati nell’occasione sono dal marito Marco, in quanto Andreana era assente per problemi di salute.

Il racconto dei Quattrociocchi, che hanno accolto nella loro vita 2 bambini in adozione, è stato molto commovente, così come lo sono state anche altre testimonianze scaturite da alcuni presenti in sala.

A termine dell’incontro il presidente del Movimento per la vita Marsala, Vittore Saladino, ha illustrato le numerose attività dell’associazione, affermando la necessità che tante altre persone di buona volontà si uniscano alla loro causa. Tanto si è fatto in questi primi 5 anni di vita dell’associazione ma, considerate le tantissime necessità che ci sono nel nostro territorio, molto ancora occorre fare.

Oltre a incontri, dibattiti, seminari per affermare la dignità di ogni persona sin dal concepimento, ad oggi sono circa 130 tra mamme e bambini le persone di cui si prende cura il Movimento. L’obiettivo principale rimane prima di tutto quello della difesa e della promozione umana e mai quello dello scontato assistenzialismo; ma per poterlo raggiungere occorrono maggiori risorse economiche ed umane. Da qui l’appello di Vittore Saladino ad aderire al movimento, ognuno come può, secondo le proprie disponibilità economiche e di tempo e ciascuno secondo le proprie professionalità e peculiarità.

L’invito è stato ribadito anche dal preside Ruggeri che ha incitato i presenti a non avere paura a sostenere le iniziative del Movimento per la vita perché la solidarietà è un valore degno di essere coltivato.


venerdì 27 giugno 2014

Convegno "I diritti delle donne"


“Essere donna, in qualsiasi luogo, è ancora oggi molto difficile nonostante la nostra è un’epoca in cui la consapevolezza dei diritti sulle donne ha raggiunto i livelli più alti”.
Il tema dei “diritti delle donne” è stato al centro del Convegno svoltosi giovedì 26 giugno, presso l’Auditorium della Parrocchia Madonna della Sapienza di Sappusi, il Convegno “I diritti delle donne”.
L’incontro è stato organizzato dall’Unione Giuristi Cattolici Italiani e dalla Parrocchia Madonna della Sapienza, per contribuire ad una maggiore consapevolezza di tali diritti e per fornire informazioni di base su di essi e sui modi per esercitarli nella pratica, giacché ogni donna, per esigere i propri diritti, li deve "anche" conoscere.
Hanno patrocinato l’iniziativa il Centro Diurno Sacro Cuore di Sappusi, il Movimento per la Vita, l’Associazione Nazionale San Paolo Italia e l’associazione Cultura e Vita.
Numerosi i partecipanti molti dei quali erano volontari e utenti delle associazioni che hanno patrocinato l’evento.
“Malgrado l’ottimo lavoro svolto, la realtà quotidiana è ancora tragicamente oscurata dalle più vergognose violazioni dei diritti più essenziali o perfino vitali di tantissime donne. E mente in alcuni paesi avvengono in maniera pesantemente eclatante, nei paesi occidentali, tali violazioni, a fronte di una assoluta parità prevista dalla legge, si verificano ugualmente anche se in maniera molto più sotterranee e quindi subdule”.
Queste le riflessioni fatte dall’avv. Nino Alabiso presidente dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani sezione di Marsala, dei magistrati Annalisa Amato e Caterina Greco, del capitano dei Carabinieri Danilo D’Angelo e dell’avv. Antonella Tosto, intervenuti al dibattito.
Una di queste – hanno affermato i relatori - è la discriminazione nel mondo del lavoro e nell’attività politica, discriminazione ben nota e denunziata dalle cifre, ossia dalla scarsa percentuale di donne che raggiungono i vertici aziendali o che ricoprono incarichi politici.
L’altra, ben più grave, riguarda la violenza sulle donne, violenza il più delle volte domestica, e per questo nella maggior parte dei casi invisibile, perché non denunziata.
Ma esistono tantissime forme di violazione dei diritti delle donne. Il problema, malgrado non manchi la consapevolezza dell’importanza e della gravità della condizione femminile, e malgrado i notevoli sforzi che si stanno compiendo da parte dei più importanti organismi mondiali, rimane ancora lontano da una soluzione soddisfacente ed adeguata ai tempi. In conclusione: “Tanto c’è ancora da fare e bisogna fare, non soltanto nelle leggi, quanto e soprattutto nella cultura e quindi nel modo di agire quotidiano”. Da qui la motivazione che ha spinto gli organizzatori a promuovere l’evento.
I vari relatori hanno anche parlato del beneficio del ‘patrocinio’ e dei requisiti per potervi accedere, affinché ogni donna – anche chi non ha un reddito – possa vedere tutelati i propri diritti.

L’avv. Nino Alabiso, ha inoltre annunciato che presto l’U.G.C.I. promuoverà un servizio di consulenza legale gratuito per tutte le persone in difficoltà, anche extracomunitari.

mercoledì 4 giugno 2014

SALSICCIATA DELLA SOLIDARIETA'


Davvero una splendida giornata quella trascorsa il 2 giugno presso lo Spagnola Club.
La seconda edizione della “SALSICCIATA DELLA SOLIDARIETA’” è stata all’insegna del buon cibo, dell’allegria, dell’amicizia e della solidarietà.
Sono state circa 200 persone che hanno accolto l’invito del Movimento per la vita ONLUS Marsala contribuendo in questo modo a raccogliere una cifra sufficiente per consentire - per qualche altra settimana - ai volontari di poter distribuire alle mamme che con i loro figli si rivolgono all’associazione pro-life, latte, pannolini, omogeneizzati, pastina, biscotti e quanto altro può servire per le necessità quotidiane dei piccoli.

All’evento ha voluto essere presente, pur se per poco tempo, l’assessore alle politiche sociali del Comune di Marsala, la prof.ssa Antonella Genna, a testimonianza del buon lavoro fatto dal Movimento per la vita e dei medesimi intenti che l’amministrazione e l’associazione condividono.

Smettere di fumare? Le buone intenzioni non bastano!



“Il fumo di tabacco è un aerosol micidiale di sostanze nocive. Sono infatti oltre 4000 le sostanze nocive che il fumo di tabacco contiene e sono in parte cancerogene ed in parte irritanti. Queste sostanze alterano la mucosa bronchiale dando una maggiore produzione di catarro ed in genere infiammazione della mucosa bronchiale.
Ed infine, le sigarette, contengono la nicotina, sostanza che fra tutte è forse la meno dannosa ma sicuramente è quella che dà dipendenza”.
Ha esordito con questa affermazione la dott.ssa Elda Domina, Psicopedagogista, Counselor Gestaltica Integrata, Specializzata nel Counseling corporeo, operatore di Tabagismo.
La d.ssa Domina è stata invitata a Marsala dal Movimento per la vita ONLUS Marsala per relazionare sui danni alla salute che il fumo di sigaretta - uno dei peggiori fattori di rischio per la salute (circa 70.000 morti l’anno) – può provocare.
In Italia – ha proseguito la specialista - circa un 40% dei fumatori attivi vorrebbe smettere di fumare ma non ci riesce, proprio a causa della forte dipendenza prodotta dall’utilizzo del fumo di tabacco.
Solo il 5-6% di coloro che hanno smesso di fumare senza alcun aiuto riesce ad essere astinente ad un anno.
La carenza della nicotina porta infatti ad una vera e propria sindrome di astinenenza caratterizzata da insonnia, desiderio irresistibile di accendere una sigaretta, frustrazione, rabbia, depressione, deficit di concentrazione, difficoltà a svolgere le attività quotidiane, etc, etc…
Il fumo di sigaretta – ha concluso il suo intervento la d.ssa Domina - non è un vizio, non è un'abitudine, ma una vera e propria tossicodipendenza. Il tabagismo è una malattia (lo afferma anche l'OMS nella decima revisione della classificazione internazionale delle malattie: ICD X -International Classification Disease: include la dipendenza da tabacco nella lista dei disturbi legati all'uso di sostanze farmacologiche) e come tale deve essere trattata.
La dottoressa, proveniente da Palermo, ha presentato la possibilità di avviare a Marsala corsi di terapia comportamentale di gruppo per la disassuefazione dal fumo di sigaretta. Essi rappresentano – ha affermato Elda Domina - uno strumento di lavoro  con maggiore possibilità di successo.

E' possibile iscriversi per il prossimo corso telefonando al numero 328-3472708 e chiedere della Dr.ssa Elda Domina.